Novità 730 2021

LE PRINCIPALI NOVITÀ DEL 730/2022

RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE

Ai lavoratori dipendenti in possesso di un reddito complessivo fino a 28.000 euro spetta il trattamento integrativo per un importo massimo di 1.200 euro da rapportare ai giorni di lavoro nell’anno.
Il trattamento integrativo sostituisce il Bonus Irpef rimasto in vigore fino al 30 giugno 2020.
Per i lavoratori dipendenti in possesso di un reddito complessivo da 28.001 a 40.000 euro spetta un’ulteriore detrazione il cui importo, di valore massimo fino a 1.200 euro, va rapportato ai giorni di lavoro dell’anno e diminuisce all’aumentare del reddito. Sia il trattamento integrativo che l’ulteriore detrazione qualora non riconosciuti dal datore di lavoro in busta paga oppure riconosciuti per importi non spettanti vengono conguagliati nella dichiarazione dei redditi.

CREDITO D’IMPOSTA PRIMA CASA UNDER 36

Credito d’imposta prima casa under 36: possibile la fruizione in dichiarazione del credito d’imposta maturato dagli under 36 con ISEE non superiore a 40.000 euro per l’acquisto della prima casa assoggettato ad IVA.

DETRAZIONE SUPERBONUS 110%

Dall’anno d’imposta 2021, per le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche sostenute congiuntamente agli interventi sismabonus e ecobonus, possibile fruire dell’aliquota maggiorata del 110%; Colonnine di ricarica: per gli interventi di installazione delle colonnine di ricarica iniziati nel 2021 sono previsti dei nuovi limiti di spesa.

RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO

È possibile fruire della detrazione prevista per il recupero del patrimonio edilizio anche per le spese di sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione.

BONUS MOBILI

È innalzato a 16.000 euro il limite massimo delle spese per cui possibile fruire della relativa detrazione.

SPESE VETERINARIE

È stato innalzato a 550 euro il limite massimo delle spese veterinarie per cui  possibile fruire della relativa detrazione.

SPESE PER I CONSERVATORI

È possibile fruire della detrazione del 19 per cento per le spese sostenute per l’iscrizione dei ragazzi ai conservatori, agli AFAM, a scuole di musica iscritte nei registri regionali nonchè a cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica.
Si può fruire della detrazione, fino ad un importo non superiore per ciascun ragazzo a 1.000 euro, solo se il reddito complessivo non supera i 36.000 euro.

COMPARTO SICUREZZA

È stato innalzato a 609,50 euro l’importo della detrazione spettante agli appartenenti al comparto sicurezza (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 ottobre 2021).

DEPURATORI BONUS ACQUA

È possibile fruire in dichiarazione del credito d’imposta per i depuratori acqua e riduzione consumo di contenitori in plastica.

CREDITO D’IMPOSTA BONUS VACANZE

Se il credito d’imposta Vacanze   stato fruito entro il 31 dicembre 2021, possibile fruire della detrazione residua pari al 20% dell’importo sostenuto.

INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO, SPESE PER ACQUISTO MOBILI ED ELETTRODOMESTICI, RISPARMIO ENERGETICO

SONO STATE PROROGATE PER IL 2021:

  • le detrazioni del 50% per le spese sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio;
  • le detrazioni del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ finalizzati all’arredo per un importo non superiore a 16.000 euro;
  • le detrazioni per le spese in interventi per l’adozione di misure antisismiche in zone ad alta pericolosità e le percentuali di detrazione più ampie per gli interventi che comportano una riduzione della classe di rischio: 70% o 80% elevata a 75% o 85% per gli interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali;
  • la detrazione del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde (BONUS VERDE) per un importo di spesa fino a 5.000 euro in dieci rate di pari importo;
  • le detrazioni del 65% per le spese relative a una parte degli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici. Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2018 sono previste percentuali di detrazione più ampie (80% o 85%) per alcune tipologie di spese per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali;
  • è confermata la riduzione dal 65% al 50% della detrazione per acquisto e posa in opera di finestre e infissi, sostituzione impianti climatizzazione invernale con caldaie a condensazione classe A, schermature solari, impianti climatizzazione invernale a biomasse.

È CONFERMATO MODELLO 730 ANCHE PER PERSONE DECEDUTE

Gli eredi delle persone decedute nel 2021 o entro il 30 settembre 2022 possono utilizzare il modello 730 per dichiarare i redditi del contribuente deceduto se compatibili con il modello 730 (cioè redditi di lavoro dipendente, pensione, fabbricati, ecc.) La liquidazione del modello 730 del soggetto deceduto segue le regole del 730 “senza sostituto di imposta”: i versamenti delle imposte a saldo dovranno essere eseguiti dagli eredi nei termini di legge e gli eventuali rimborsi verranno erogati dall’Agenzia delle Entrate agli aventi diritto.

DETRAZIONE 19% SPESE AMMESSE SE SOSTENUTE CON SISTEMI DI PAGAMENTO TRACCIABILI

Dall’anno d’imposta 2020 la detrazione dall’imposta lorda nella misura del 19 per cento, spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento tracciabili.

La disposizione non si applica alle detrazioni spettanti in relazione alle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici, nonché alle detrazioni per prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

RIDUZIONE IN BASE AL REDDITO DI ALCUNE DETRAZIONI D’IMPOSTA

Dall’anno d’imposta 2020 l’importo della detrazione d’imposta per alcune delle spese che danno diritto alla detrazione del 19% (esempio: spese di istruzione, spese universitarie, spese funebri, spese per attività sportive dei ragazzi, erogazioni liberali, premi per assicurazioni) varia in base all’importo del reddito complessivo.
In particolare, la detrazione del 19% spetta per intero ai titolari di reddito complessivo fino a 120.000 euro. Al superamento di questo limite, l’importo della detrazione spettante decresce, fino ad azzerarsi al raggiungimento di un reddito complessivo pari a 240.000 euro.
Per la verifica del limite reddituale si tiene conto anche dei redditi assoggettati a cedolare secca.

TASSAZIONE R.I.T.A

Anche per il periodo d’imposta 2021 il percettore della rendita temporanea anticipata ha facoltà di avvalersi in dichiarazione della tassazione ordinaria in luogo di quella sostitutiva applicata dal soggetto erogatore.

DETRAZIONE BONUS FACCIATE

Anche per l’anno d’imposta 2021 prevista una detrazione del 90 per cento dell’intera spesa sostenuta ed effettivamente rimasta a carico del contribuente riguardante gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti; la detrazione richiesta con il modello 730 viene recuperata in 10 rate di pari importo.

DETRAZIONE SUPERBONUS 110%

Per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 spetta una detrazione nella misura del 110% delle stesse, a fronte di specifici interventi finalizzati all’efficienza energetica, nonché al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico degli edifici (cd. superbonus), effettuati su unità immobiliari residenziali. Per le spese sostenute nel 2021 la detrazione del 110% richiesta tramite il modello 730 viene recuperata in 5 rate annuali di pari importo.