Novità 730 2021

LE PRINCIPALI NOVITÀ DEL 730/2021

RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE

Dal 1° luglio 2020 ai lavoratori dipendenti in possesso di un reddito complessivo fino a 28.000 euro spetta il nuovo trattamento integrativo per un importo massimo di 600 euro da rapportare ai giorni di lavoro del secondo semestre 2020. Il trattamento integrativo sostituisce il Bonus Irpef rimasto in vigore fino al 30 giugno 2020.
Per i lavoratori dipendenti in possesso di un reddito complessivo da 28.000 a 40.000 euro spetta un’ulteriore detrazione il cui importo, di valore massimo fino a 600 euro, va rapportato ai giorni di lavoro del secondo semestre 2020 e diminuisce all’aumentare del reddito. Sia il trattamento integrativo che l’ulteriore detrazione qualora non riconosciuti dal datore di lavoro in busta paga oppure riconosciuti per importi non spettanti vengono conguagliati nella dichiarazione dei redditi.

DETRAZIONE 19% SPESE AMMESSE SE SOSTENUTE CON SISTEMI DI PAGAMENTO TRACCIABILI

Dall’anno d’imposta 2020 la detrazione dall’imposta lorda nella misura del 19 per cento, spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento tracciabili.

La disposizione non si applica alle detrazioni spettanti in relazione alle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici, nonché alle detrazioni per prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

EROGAZIONI LIBERALI CONTENIMENTO E GESTIONE EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID 19

E’ prevista la detrazione del 30% per un importo non superiore a 30.000 euro per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020, in favore dello stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19.

DETRAZIONE SUPERBONUS 110%

Per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022 spetta una detrazione nella misura del 110% delle stesse, a fronte di specifici interventi finalizzati all’efficienza energetica, nonché al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico degli edifici (cd. superbonus), effettuati su unità immobiliari residenziali. Per le spese sostenute nel 2020 la detrazione del 110% richiesta tramite il modello 730 viene recuperata in 5 rate annuali di pari importo.

DETRAZIONE BONUS FACCIATE

Dal 1° gennaio 2020 è prevista una detrazione del 90 per cento dell’intera spesa sostenuta ed effettivamente rimasta a carico del contribuente riguardante gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti; la detrazione richiesta con il modello 730 viene recuperata in 10 rate di pari importo.

NUOVI DATI RICHIESTI PER DOCENTI/RICERCATORI E IMPATRIATI CHE FRUISCONO DEL REGIME DI FAVORE IN DICHIARAZIONE

I contribuenti che si avvalgono in dichiarazione dell’agevolazione prevista per gli impatriati e per i docenti e ricercatori che vengono a svolgere la loro attività in Italia, sono tenuti a indicare il codice dello Stato in cui erano residenti prima di trasferirsi in Italia.

CREDITO D’IMPOSTA PER MONOPATTINI ELETTRICI E SERVIZI DI MOBILITA’ ELETTRICA

Per i soggetti che rottamano almeno due autovetture è riconosciuto un credito d’imposta di importo massimo di 750 euro per le spese sostenute dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020 per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile (in attesa di apposito decreto per le disposizioni attuative).

DUE PER MILLE ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI

Oltre all’8 per mille, al 5 per mille e al 2 per mille ai partiti politici da quest’anno è possibile destinare il 2 per mille a favore delle associazioni culturali iscritte in un apposito elenco istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Per consentire al contribuente l’effettuazione della scelta è stato inserito un apposito riquadro nel modello 730-1.

RIDUZIONE IN BASE AL REDDITO DI ALCUNE DETRAZIONI D’IMPOSTA

Dall’anno d’imposta 2020 l’importo della detrazione d’imposta per alcune delle spese che danno diritto alla detrazione del 19% (esempio: spese di istruzione, spese universitarie, spese funebri, spese per attività sportive dei ragazzi, erogazioni liberali, premi per assicurazioni) varia in base all’importo del reddito complessivo.
In particolare, la detrazione del 19% spetta per intero ai titolari di reddito complessivo fino a 120.000 euro. Al superamento di questo limite, l’importo della detrazione spettante decresce, fino ad azzerarsi al raggiungimento di un reddito complessivo pari a 240.000 euro.
Per la verifica del limite reddituale si tiene conto anche dei redditi assoggettati a cedolare secca.

CREDITO D’IMPOSTA BONUS VACANZE

Se il credito d’imposta Vacanze è stato fruito entro il 31 dicembre 2020, è possibile fruire della detrazione residua pari al 20% dell’importo sostenuto.

INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO, SPESE PER ACQUISTO MOBILI ED ELETTRODOMESTICI, RISPARMIO ENERGETICO

SONO STATE PROROGATE PER IL 2020:

  • le detrazioni del 50% per le spese sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio;
  • le detrazioni del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ finalizzati all’arredo per un importo non superiore a 10.000 euro;
  • le detrazioni per le spese in interventi per l’adozione di misure antisismiche in zone ad alta pericolosità e le percentuali di detrazione più ampie per gli interventi che comportano una riduzione della classe di rischio: 70% o 80% elevata a 75% o 85% per gli interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali;
  • la detrazione del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde (BONUS VERDE) per un importo di spesa fino a 5.000 euro in dieci rate di pari importo;
  • le detrazioni del 65% per le spese relative a una parte degli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici. Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2018 sono previste percentuali di detrazione più ampie (80% o 85%) per alcune tipologie di spese per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali;
  • è confermata la riduzione dal 65% al 50% della detrazione per acquisto e posa in opera di finestre e infissi, sostituzione impianti climatizzazione invernale con caldaie a condensazione classe A, schermature solari, impianti climatizzazione invernale a biomasse.

TASSAZIONE R.I.T.A

Anche per il periodo d’imposta 2020 il percettore della rendita temporanea anticipata ha facoltà di avvalersi in dichiarazione della tassazione ordinaria in luogo di quella sostitutiva applicata dal soggetto erogatore.

È CONFERMATO CHE

Gli eredi delle persone decedute nel 2020 o entro il 30 settembre 2021 possono utilizzare il modello 730 per dichiarare i redditi del contribuente deceduto se compatibili con il modello 730 (cioè redditi di lavoro dipendente, pensione, fabbricati, ecc.) La liquidazione del modello 730 del soggetto deceduto segue le regole del 730 “senza sostituto di imposta”: i versamenti delle imposte a saldo dovranno essere eseguiti dagli eredi nei termini di legge e gli eventuali rimborsi verranno erogati dall’Agenzia delle Entrate agli aventi diritto.